logo
 

Nuovi Concetti di Gestione per il Miglioramento della Qualità del Latte

Nuovi Concetti di Gestione per il Miglioramento della Qualità del Latte

Misura 124 – Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare, e in quello forestale

Miglioramento della qualità del latte bovino nella Regione Siciliana

a cura di: G. Licitra, G. Azzaro, R. Petriglieri, M. Gambina, M. Caccamo

ISBN 978-88-87562–20 -0

La grandezza di una nazione e il suo progresso morale si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali.
M. K. ``Mahatma`` Gandhi (1869-1948)

La prevenzione delle mastiti è principalmente rivolta a ridurre il più possibile il numero di microrganismi mastidogeni a cui sono esposti i capezzoli sia durante la mungitura, sia nell’intervallo tra due mungiture successive (Philpot and Nickerson, 2000). Nel primo caso, come abbiamo visto, assumono una notevole importanza la tecnica e l’impianto di mungitura; nel secondo caso risulta molto importante la pulizia degli animali e conseguentemente degli ambienti zootecnici. Nell’intervallo tra due mungiture successive, infatti, l’esposizione dei capezzoli ai microrganismi ambientali viene incrementata dalle cattive condizioni igieniche delle superfici con cui i capezzoli stessi vengono a contatto (lettiera, suolo, zampe posteriori, coda, ecc.). La pulizia dei capezzoli al momento della mungitura è il fattore che probabilmente ha la maggiore influenza sulle mastiti ambientali (Lévesque, 1998). La necessità di mantenere i capezzoli puliti per prevenire le mastiti è sottolineata anche dalla seguente tabella, che confronta la situazione di oltre 1.000 aziende di vacche da latte in Francia.

Se vuoi la monografia in modo cartaceo vai al modulo

Se vuoi la monografica in formato PDF effettua il download